6° tappa : IGEA

3 Comments

Sentiti i lavoratori della RockWool è per me normale andar ad ascoltare la controparte: IGEA

Trovo un tecnico Minerario d’altri tempi, Gianpaolo è gentilissimo e preparatissimo…
Mi conduce in una chicca che tutti dovremmo conoscere: la grotta di Santa Barbara.
Si trata di una grotta che ha in se due caratteristiche: carsica (quindi l’acqua ha formato stalactiti e stalagmiti) e geode (è un enorme, enormissima roccia cava al cui interno ci sono cristalli)
Anni fa ero andata a Frasassi a fare assieme ai miei amici Miria e Mirco un percorso speleologico in quelle grotte magnifiche .. oggi però il mio accompagnatore è speciale, mi racconta nei dettagli la formazione e la costituzione di queste rocce ..ma anche gli aneddoti..
Scendiamo in miniera : inquietante ancor oggi che i sistemi di sicurezza sono maggiori
la Grotta è stata SCOPERTA PER CASO ! il minatore che stava perforando affiora da sotto in questa grotta e con la luce della sua lampada illuminando resta a bocca aperta, scende e dice al capo gruppo
“abbiamo fatto un disastro! abbiamo bucato e siamo entrati in una chiesa con tutte statue”


quell’uomo, morto poco tempo fa, aveva dato la giusta impressione e il giusto valore a questo luogo ..
oltre a queste cose belle, con quest’uomo si parla dei lavoratori della RockWool (vedisi post precedente) e pure lui dice le stesse cose: il volere è stato politico, il lavoro ce ne è, basti pensare che la stessa industria è stata semplicemente spostato all’estero, dove i governi incentivano e non bastonano gli operai e gli imprenditori
IoParto ITALIA è anche questo
provate a guardare questo video dal minuto numero 5
“i politici dicono a noi di fare sacrifici quando loro guadagnano 15.000 euro al mese”

anche solo se ne guadagnassero 2.000 dovrebbero vergognarsi a chiedere i sacrifici a chi ne guadagna ZERO !
Aprofitto del mio amico Giulio Piras (grande fotografo, giudicate voi) per scattare alcune foto proprio fuori da queste miniere ora divenute attrattiva turistica, questi spettacolari fanghi rossi altro non sono che gli scarti e quindi i residui inquinanti delle miniere, lasciati qui dall’ENI a cui è stato permesso di andare via senza bonificare …
il mio sguardo, colto da Giulio in questa fotografia, dice tutto per me : rabbia e preoccupazione !
anche perch la notte ho alloggiato in un hotel in centro, dove gli sfarzi di questa città ancora ben si notano: qualità, spazi, internet, garage per la moto , il tutto nella piazza principale di Iglesias, ad un prezzo ridicolo …
ok vi metto il link anche dell’hotel ARTU’ clica qui
anche perchè se siete appassionati di rievocazioni storiche qui ce ne è una fantastica e dalle finestre dell’hotel potete godervela comodamente
Tag:, ,

3 Replies to “6° tappa : IGEA”

  1. motoblues ha detto:

    cosi! si!
    un caro saluto,
    Ale

  2. Francesco Emme ha detto:

    Ciao Miriam, da iglesiente DOC ti segnalo un errore, la grotta si chiama Santa Barbara, e non Sant'Anna 😉

  3. Miriam - ioparto ha detto:

    GRANDE FRANCESCO ..peccato non averti incontrato .. ora sono a DESULO ..ma la tua segnalazione mi fa onore .. vuol dire che qualcuno legge e non solo guarda le figure ..ehhhe

    CORREGGO SUBITO !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *